E’ Agosto

Agosto non è crudele. È feroce. Si presenta come un mese del passato e ti costringe a ricordare. Ferocemente smette di essere tutto ciò che era…

Agosto
✩✩✩ Benvenuto, Agosto! ✩✩✩

Agosto non è crudele. È feroce. Si presenta come un mese del passato e ti costringe a ricordare. Ferocemente smette di essere tutto ciò che era. Aspettavo agosto tutto l’anno da bambino. La spiaggia, i templi di Paestum, la sensazione che tutto l’anno valesse la pena viverlo per rotolarsi nel bagnasciuga con mio fratello, con i miei cugini. La sensazione che la vita vera fosse agosto. L’attesa dell’agosto più bella dell’agosto persino. Vivere agosto da adulti non vale la pena. Ora agosto è solo un mese di promesse non mantenute, la dimostrazione che la vita ti ha tradito e quello che ti aspettavi non arriva. Come una generazione che credeva di poter vivere meglio dei propri genitori e invece vive peggio, assai peggio. Agosto era il mese dove riuscivi a prendere tutto ciò che di bello concepivi. Ora arriva e raccoglie esattamente le briciole dell’intero anno. Agosto ormai è solo un modo, come direbbe Chaillet, per essere infelici in modo molto romantico. (Roberto Saviano)

Il calendario del mese di Agosto e qualche haiku di Matsuo Bashō (松尾 芭蕉) (1644 – 1694), che è stato probabilmente il massimo maestro giapponese della poesia haiku.

calendario del mese di Agosto



✩✩✩
Erba d’estate: / guerrieri, / vestigia di sogno. (Matsuo Bashō)


✩✩✩

Il mio cavallo cammina
per la pianura d’estate.
Io: in una pittura.
Matsuo Bashō


✩✩✩
Attraverso la landa d’estate
ci guida un uomo che porta
un fascio di fieno sul dorso.

Matsuo Bashō


✩✩✩
Il canto delle cicale
non da’ segno
del loro vicino morire.

Matsuo Bashō
¤°´✿.。 ‎✿●♥●•٠·˙✿

Agosto





2 Responses to “E’ Agosto

  1. Giò ha detto:

    Agosto… ha un nome così roboante questo mese, con tre sillabe, e tre è il numero perfetto, la somma del primo pari e del primo dispari, tutto e il contrario di tutto; e poi quelle “o”: una accanto alla g, a formare un “go”, vado; l’altra con la s e la t, è invece “sto. Ancora tutto e il suo contrario. Quasi come strappare petali ad una margherita per ottenere risposte sincere, una pratica che si può fare all’infinito, come quell’8 che lo indica se coricato. :-))

    • vittorianicolo ha detto:

      Ah, i miei studi di semiologia all’Università 🙂 La tua analisi del lemma “Agosto” me li ha piacevolmente ricordati. Come non ringraziarti, Giovanni? Buon pomeriggio!

Leave a Reply




Autorizzazione all’uso dei cookie. La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il consenso per l'uso dei cookie. SI ACCONSENTE? Per ulteriori informazioni visualizzare la Cookie Policy. NO, NON ACCETTO - Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi