Helga Deen. L’ultima notte

Helga Deen. L’ultima notte
(«Una scintilla d’amore e solidarietà illuminò il buio dell’Olocausto»)
Helga Deen. L'ultima notte

Yom HaShoah è il Giorno della Memoria della Shoah in Israele e nel mondo ebraico, 70° anniversario della data in cui ebbe luogo l’eroica rivolta degli ebrei nel Ghetto di Varsavia (“Giornata del ricordo dell’olocausto”).
Per celebrare questa ricorrenza (che unisce nel ricordo la comunità ebraica del mondo intero), da ieri le società italiane Gaban Studios e White Mouse Publishing offrono in download gratuito fino al 14 aprile la App «Helga Deen. L’ultima notte», un’opera di Dario Picciau per iPad.
E’ la storia di una giovane ebrea che nel 1943 scrisse un diario dall’interno del lager di Vught, in Olanda, prima di essere assassinata nel campo di sterminio di Sobibor, in una camera a gas.
La nuova versione di Helga Deen, l’ultima notte, scritta con linguaggio nuovo e vicino ai giovani, è una Graphic Novel di 32 pagine, caratterizzata da bellissimi dipinti animati (autore Dario Picciau, realizzati ad una risoluzione superiore agli standard HD), su un testo dello scrittore e storico della Shoah Roberto Malini.
L’opera si anima tra le mani del lettore, che viene calato in una realtà completamente ‘immersiva’ (il format ‘Living Comics System’ permette di rendere animata e sonorizzata ogni immagine attraverso il semplice tocco di un dito). Con questa release l’App arriva alla 3^ versione e introduce diverse novità e funzionalità (approfondimenti sul sito ufficiale.


Link all’App Store di Apple per scaricare gratuitamente (fino al 14 aprile) l’App


Helga Deen, l’ultima notte si è classificato al primo posto in Europa nel concorso bandito dalla UCLA (University of California, Los Angeles) in collaborazione con Disney, Warner Bros. e ABC, concorso riservato ai nuovi sistemi di tecnologia informatica applicati alla comunicazione e all’entertainment.
Apprezzamento per il lavoro di divulgazione di ciò che avvenne durante l’Olocausto e di educazione alla Shoah condotto da Dario Picciau e Roberto Malini è stato espresso dal Museo Yad Vashem di Gerusalemme, dal Museo Nazionale della Shoah di Roma e da testimoni che hanno dedicato le loro vite a trasmettere alle nuove generazioni i valori della Memoria ( Miriam Pinkhof, Halina Birenbaum, Tamara Deuel, Hanneli Pick-Goslar, Nedo Fiano, Liliana Segre, Jacques Stroumsa e molti altri).





Leave a Reply




Autorizzazione all’uso dei cookie. La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il consenso per l'uso dei cookie. SI ACCONSENTE? Per ulteriori informazioni visualizzare la Cookie Policy. NO, NON ACCETTO - Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi