150 anni dell’Unità d’Italia

1861 – 2011
“Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato; noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue: Articolo unico: Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé e suoi Successori il titolo di Re d’Italia. Ordiniamo che la presente, munita del Sigillo dello Stato, sia inserita nella raccolta degli atti del Governo, mandando a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato. Da Torino addì 17 marzo 1861″.


Questa è la proclamazione ufficiale del Regno d’Italia, come si può leggere nella legge n. 4671 del regno di Sardegna, divenuta poi, il 21 aprile 1861, la Legge n.1 del Regno d’Italia (coincidenza curiosa: il 21 aprile è anche la data cui si fa risalire il Natale di Roma :-)).

Bandiera - quadro di Francesco Grisi

Ho pensato a lungo a quale potesse essere il “logo” caratterizzante la mia personale pagina di celebrazione del 150^ anniversario dell’Unità d’Italia. Alla fine ho deciso: ho scelto un’immagine raffigurante il quadro futurista Bandiera dello scrittore e saggista, poeta e pittore, autore di un importante saggio sul Futurismo, Francesco Grisi (1927 – 1999). La ragione è semplice, ed è sentimentale: ricordo me, piccolina, nella mia casa di Roma, e ricordo mio padre, Francesco, che conversava a lungo con l’altro Francesco, all’epoca bellissimo intellettuale, dai penetranti occhi azzurri, affabulatore affascinante. Io lo ricordo così, il geniale artista Francesco Grisi, e, in qualche modo, questa pagina è dedicata anche a lui, che tanto ha curato, nel suo studio pittorico, i colori della Bandiera italiana (poiché molto amò i valori e gli ideali di Patria).

Di seguito viene riportato un elenco di collegamenti che, lungi dall’essere esaustivo, potrà essere utile per orientarsi e per saperne di più sull’evento. Continuerò ad aggiornare l’elenco anche nei prossimi mesi.

immagine puntina rossaLink al Sito ufficiale delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia


immagine puntina rossaLink al progetto ” I luoghi della Memoria”, Portale on line che si costituisce come una piattaforma aperta, in dialogo costante col mondo del web, che metterà a disposizione degli utenti testi, immagini, filmati, contenuti audio, per interagire in maniera costruttiva e virale con community e social network (documenti e VIDEO)


immagine puntina rossaLink al video creato da una giovanissima autrice, Federica Vergaro (una studentessa di 15 anni) per i 150 anni dell’Unità d’Italia (VIDEO)


immagine puntina rossaLink alla sezione dedicata al 150° anniversario dell’Unità d’Italia nel Sito della Presidenza della Repubblica


immagine puntina rossaLink a “Esperienza Italia”, il sito ufficiale dei festeggiamenti del Comune di Torino


immagine puntina rossaLink al Portale “Rai per i 150 anni” (direttore Gianni Minoli), l’iniziativa della RAI per raccontare l’identità e le trasformazioni del nostro Paese a partire dalla grande avventura del Risorgimento, con la TimeMap del Risorgimento, le biografie dei protagonisti, i dossier, la web tv (documenti e VIDEO)


immagine puntina rossaLink al Blog di Rai.tv, con la presentazione del Portale “Rai per i 150 anni” (documenti e VIDEO)


immagine puntina rossaLink a “1861-2011 Nascita di una nazione”, la speciale sezione dedicata all’evento dal Corriere della Sera (documenti e VIDEO)


immagine puntina rossa
Fratelli d’Italia
L’Italia s’è desta,
Dell’elmo di Scipio
S’è cinta la testa.
Dov’è la Vittoria?
Le porga la chioma,
Ché schiava di Roma
Iddio la creò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Noi siamo da secoli
Calpesti, derisi,
Perché non siam popolo,
Perché siam divisi.
Raccolgaci un’unica
Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme
Già l’ora suonò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Uniamoci, amiamoci,
l’Unione, e l’amore
Rivelano ai Popoli
Le vie del Signore;
Giuriamo far libero
Il suolo natìo:
Uniti per Dio
Chi vincer ci può?
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Dall’Alpi a Sicilia
Dovunque è Legnano,
Ogn’uom di Ferruccio
Ha il core, ha la mano,
I bimbi d’Italia
Si chiaman Balilla,
Il suon d’ogni squilla
I Vespri suonò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

Son giunchi che piegano
Le spade vendute:
Già l’Aquila d’Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d’Italia,
Il sangue Polacco,
Bevé, col cosacco,
Ma il cor le bruciò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.

(Goffredo Mameli – Michele Novaro, Canto degli Italiani)
Il Canto degli Italiani il 12 ottobre 1946 divenne l’inno nazionale della Repubblica Italiana, appunto l’Inno di Mameli.


immagine News
Inserimento nuovi link pubblicazione: 17/03/2011

immagine puntina rossaLink al sito della Presidenza della Repubblica

immagine puntina rossaLink alla pagina con stralci del bellissimo discorso del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel saluto agli italiani nella Notte Tricolore dalla Piazza del Quirinale (16 marzo 2011)

immagine puntina rossaLink al Progetto 150 anni Grande Italia, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte: il progetto coinvolge i giovani delle scuole di tutto il mondo in una riflessione sul significato di “italianità” a 150 anni dalla proclamazione dell’Unità d’Italia. Le pagine contengono materiali utilissimi e numerosi efficaci spunti per riflessioni: vale la pena visitarle e soffermarvisi.

immagine puntina rossaTra i tanti materiali contenuti nel Progetto 150 anni Grande Italia, interessante è questo Catalogo 150 foto per i 150 anni



Canti patriottici
immagine puntina rossaBandiera tricolore (di Cordigliani – Dall’Ongaro, 1848) – Canto popolare (VIDEO)

immagine puntina rossaAddio mia bella Addio (di Carlo Bosi, 1848) – Canto patriottico di guerra (VIDEO)

immagine puntina rossaLa Leggenda del Piave – Canto patriottico italiano. Meglio conosciuta come La canzone del Piave, è una delle più celebri canzoni patriottiche italiane. Il brano fu scritto nel 1918 dal maestro Ermete Giovanni Gaeta (noto con lo pseudonimo di E.A. Mario) (VIDEO)

immagine puntina rossaCanto degli Italiani (di Goffredo Mameli – Michele Novaro, 1847) – Inno di Mameli (VIDEO)



Video tratti dallo spettacolo teatrale Nord & Sud di Gianfranco Jannuzzo
Gianfranco Jannuzzo, attore e commediografo italiano, è raffinato ed arguto protagonista del teatro brillante dei nostri giorni. Direttore artistico del Teatro Pirandello di Agrigento, egli è autore (insieme a Renzino Barbera) del gradevolissimo e sempre attuale Nord & Sud, spettacolo ricco di suggestioni e spunti di riflessione.
Di seguito, due video che ritengo particolarmente significativi.
immagine puntina rossaE se l’Italia fosse capovolta? (VIDEO)

immagine puntina rossaLa bellissima considerazione finale (VIDEO)



Gallerie fotografiche (bellissime immagini, suggestive, scaldano il cuore. I collegamenti sono al sito di sky.it – cliccare sui numeri per far scorrere il cursore)
immagine puntina rossaBuon compleanno, Italia! I suoi primi 150 anni (galleria fotografica)

immagine puntina rossaI monumenti d’Italia festeggiano l’Unità (galleria fotografica)

immagine puntina rossaLa fotostoria del Tricolore (galleria fotografica)

immagine puntina rossaL’Italia multicolor alla riscossa (galleria fotografica)

immagine puntina rossaDonne d’Italia, la metà dell’Unità (galleria fotografica)

immagine puntina rossaUnità di Sport, avvolti nel tricolore: gioie e dolori (galleria fotografica)

immagine puntina rossaItalia smemorata e senza futuro – lo spettacolo (galleria fotografica)

immagine puntina rossaMuseo dell’Automobile di Torino, che look! (galleria fotografica)

immagine puntina rossaUna Ferrari 150 per celebrare l’Unità d’Italia (galleria fotografica)

One Response to “150 anni dell’Unità d’Italia”

  1. Gianfranco Jannuzzo scrive:

    Grazie Vittoria cara!

Leave a Reply




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi